ASPETTO GENERALE: cani di tipo armonioso, mediolineo, con manto caratteristico riccioluto o cordato. Aspetto di una animale intelligente, sempre vigile, attivo, armoniosamente costituito e che da un'impressione di eleganza e di fierezza.

COMPORTAMENTO/CARATTERE: cane noto per la sua fedeltà, dotato di grandi capacità di apprendimento, cosa che ne fa un cane da compagnia.

TESTA: distinta, rettilinea, proporzionato al corpo. La sua lunghezza deve essere un poco più di 2/5 dell'altezza al garrese. Non deve mai essere pesante, massiccia, o grossolana. La forma delle ossa deve essere visibile sotto la pelle.

REGIONE CRANIALE
Cranio: ben modellato, la larghezza è meno della metà della lunghezza della testa (direzione degli assi che formano un angolo cranio facciale da 16 a 19 gradi). L'insieme del cranio, visto dal di sopra, appare ovale in senso longitudinale e di profilo leggermente convesso. Assi longitudinali leggermente divergenti.
Arcate sopracciliari: moderatamente prominenti, coperte da lunghi peli.
Solco frontale: largo fra gli occhi, si restringe verso occipite che è molto pronunciato (può essere meno evidente nei soggetti nani).
Stop: molto poco marcato da cane mediolineo.

REGIONE FACCIALE
Tartufo: evidente e sviluppato, con linea di profilo verticale; narici aperte. Nero nei soggetti neri, quelli bianchi e quelli grigi; marrone nei soggetti marrone; nei soggetti albicocca, colorato secondo tutte le tonalità di marrone scuro che può arrivare fino al nero senza che questa tonalità sia preferita, ma è accettata per evitare una possibile depigmentazione.
Canna nasale: profilo superiore al rettilineo, lunghezza pari a 9/10 di quella del cranio. Le due branche della mandibola sono pressoché parallele. L'aspetto della canna nasale è solido, elegante ma non appuntito. Il profilo inferiore della canna nasale è determinato dalla mandibola e non dal bordo del labbro superiore.
Labbra: leggermente sviluppate, piuttosto asciutte, di spessore medio, il superiore si appoggia sull'inferiore senza essere cadente. Nere nei soggetti neri, bianchi e grigi; pigmentate nei soggetti marrone; nei soggetti albicocca colorate in tutte le sfumature di marrone fino al nero senza che quest'ultimo colore sia preferito. La commessura labiale non deve essere troppo evidente.
Mascelle/denti: articolazione normale, denti solidi.
Guance: poco prominenti, si modellano sulle ossa. Arcate sopraorbitali cesellate e poco riempite. Masseteri poco sviluppati; arcate zigomatiche molto poco prominenti.
Occhi: di espressione ardente, situati all'altezza dello stop e leggermente obliqui. Forma leggermente a mandorla. Neri o bruno molto scuro nei soggetti neri, quelli bianchi, quelli grigi e quelli albicocca, possono essere ambra scuro nei soggetti marrone.
Orecchie: molto lunghe, cadenti lungo le guance, attaccate su un prolungamento di una linea che parte dal di sopra del tartufo e passa sotto la punta esterna dell'occhio. Piatte, si allargano dopo l'attacco e sono arrotondate alle estremità. Ricoperte di peli ondulati e molto lunghi. I barboni il cui orecchio non raggiunge l'estremità delle labbra non possono ottenere la qualifica di " eccellente ".

COLLO: di sezione ovale , solido, leggermente arcuato dopo la nuca, di lunghezza media, molto proporzionato. Testa portata alta e fiera. Fanoni assenti. Lunghezza inferiore a quella della testa.

CORPO
Apparenza generale di buone proporzioni, lunghezza generalmente maggiore dell'altezza al garrese.
Garrese: moderatamente sviluppato.
Dorso: di linea armoniosa, corto. Non deve essere né arcuato né insellato. L'altezza del garrese del suolo praticamente uguale a quella della groppa .
Groppa: arrotondata ma mai cadente.
Petto: quello normale di un cane mediolineo; l'estremità dello sterno deve essere leggermente prominente e situata piuttosto in alto, cosa che conduce ad un portamento della testa piuttosto rialzato, più facile, più nobile
Pettorina: discende fino all'altezza del gomito. Larghezza pari a 2/3 l'altezza. Perimetro toracico misurato dietro le spalle superiore di almeno dieci centimetri all'altezza garrese.
Regione lombare: ferma e muscolosa.
Costole: ovali, larghe nella parte dorsale.
Addome: retratto senza essere di levriero.

CODA: attaccata piuttosto alta, all'altezza della linea del rene. Dovrà essere accorciata di un terzo, o della metà della lunghezza naturale nei soggetti bouclé. Tuttavia una coda lunga e ben portata non è un difetto. Potrà essere conservati in tutto la sua lunghezza nei soggetti cordati. In azione è alzata obliquamente.

ARTI
ARTI ANTERIORI
Arti anteriori perfettamente dritti e paralleli, eleganti, ben muscolosi e dotati di buona ossatura.
Spalle: oblique, muscolose. La scapola forma con l' omero un angolo che va da 90 a 110 gradi.
Braccio: lunghezza dell'omero pari a quella della scapola.
Gomiti : altezza al suolo pari al 5/9 dell'altezza al garrese.
Carpo: prolunga la linea anteriore dell'avambraccio.
Metacarpo: solido, non massiccio e pressoché dritto visto di profilo.
Piedi anteriori: piuttosto piccoli, fermi, di un ovale corto. Dita molto arcuate, nervose, compatte, palmate, poste ben in appiombo su cuscinetti duri e spessi. Unghie nere nei soggetti neri grigi, nere o marrone nei soggetti marrone; nei soggetti bianchi, le unghie possono essere colorate secondo tutte le gamme del color corno fino al nero e devono essere corrispondenti alla pigmentazione; le unghie bianche rimangono un difetto. Nei soggetti albicocca, devono essere colorate secondo tutta la gamma del marrone fino al nero. Quest'ultimo colore non è preferito ma accettato.
ARTI POSTERIORI
Arti posteriori paralleli, visti da dietro; muscoli sviluppati molto evidenti. Garretto molto angolato. Gli angoli coxo femorale, tibio femorale e tibiotarsico devono essere accentuati per evitare un insieme diritto che sostiene talvolta una groppa inclinata non desiderabile.
Cosce: molto muscolose e robuste.
Tarso e metatarso: direzione verticale. Speroni non ammessi
Piedi: come gli anteriori.

ANDATURE: il barbone ha una marcia saltellante e leggera. Non deve mai avere una marcia bassa e allungata.

PELLE: soffice, senza lassità, colorata. I barboni neri, marrone, grigi e albicocca devono avere una pigmentazione che si accordi con il colore del manto; per quelli bianchi si ricerca la pelle argentata, ma la pigmentazione non deve interferire con il colore del manto. La pigmentazione generale è da ricercare nella sua massima intensità sulle palpebre, tartufo, labbra, gengive, palato, mucose, orifici naturali, scroto, cuscinetti. Deve essere nera nei soggetti neri, quelli bianchi e quelli grigi; bruno scuro nei marroni; il più possibile scura e uniforme secondo tutte le gamme del marrone fino al nero nei soggetti albicocca. Il colore nero non deve essere preferito ma accettato per evitare una possibile depigmentazione.

MANTO
Pelo
Barboni a pelo bouclè: pelo abbondante a tessitura fine, lanoso, ben frangiato, elastico e resistente alla pressione della mano. Deve essere spesso, fitto, di lunghezza uniforme con riccioli uguali e generalmente pettinati. Il pelo duro al tocco che da un'impressione di crine non è desiderabile e sarà retrocesso rispetto a quello di tessitura regolamentare.

Barboni a pelo cordato :pelo abbondante a tessitura fine, lanoso e fitto, che forma caratteristiche cordicelle di uguale lunghezza non inferiore a 20 centimetri.. Più sono lunghe più saranno apprezzate. Le corde da ciascun lato della testa lotta possono essere trattenute dietro le orecchie e quelle sul corpo ripartito da ciascun lato, per evitare una tostatura disordinata.

TOELETTATURE DA ESPOSIZIONE AUTORIZZATE

Toelettatura " leonina ": pelo rasato sul retrotreno fino alle costole. Ugualmente rasati: musello, sopra e sotto a partire dalla palpebra inferiore; guance; anteriori e posteriori eccettuati braccialetti e motivi facoltativi sul retrotreno; la coda, eccettuato un fiocco terminale rotondo o oblungo. Per tutti i soggetti è consigliata la conservazione dei mustacchi. Ammessa la conservazione di pelo sugli arti anteriori detta "pantaloni ".

Toelettatura " moderna ": i quattro arti saranno tosati come segue
a) parte inferiore degli arti anteriori, dalle unghie fino alla punta degli speroni, la parte inferiore dei membri posteriori fino ad una altezza equivalente. Ammesso l'uso della tosatrice limitatamente alle dita.
b) testa e coda come sopra.
Eccezionalmente ammesse in questo toelettatura:
1) La presenza, sotto la mandibola, di una tosatura corta che non superi lo spessore di un centimetro e la cui linea inferiore dovrà essere tagliata parallelamente alla mandibola. Non ammessa la cosiddetta tosatura " a becco".
La soppressione del fiocco della coda (ma ciò comporterà la diminuzione del coefficiente " tessitura del pelo") .
2) Peli accorciati sul corpo, per presentare sulla linea del dorso una ma marezzatura lunga almeno un centimetro. La lunghezza della tostatura aumenta progressivamente attorno alle costole e nella parte alta degli arti.
3) Tostatura regolarizzata: a ) sulla testa formando un casco di altezza rispettabile che sul collo scendendo fino al garrese e davanti, senza discontinuità, fino alla parte rasata del piede secondo una linea leggermente obliqua dall'alto della pettorina. Nella parte alta delle orecchie e fino ad un terzo della loro lunghezza la tostatura può essere effettuata con le forbici o nel senso del pelo. La parte inferiore comunque sarà lasciata coperta di pelo di lunghezza progressivamente crescente dall'alto verso il basso e terminante in frange che possono essere pareggiate. b) sugli arti, con pantaloni che segnano una netta transizione con la parte tosata dei piedi. La lunghezza del pelo aumenta progressivamente verso l'alto per presentare, sulla spalla e sulla coscia, una lunghezza di 7 centimetri, comunque proporzionata all'altezza del soggetto. Il pantalone posteriore deve lasciar vedere l'angolazione tipica del barbone. Qualsiasi fantasia che si distacca da queste norme deve essere considerata eliminatoria. Qualunque sia la silhouette ottenuta, non deve interferire nella classifica nelle esposizioni, tutti i cani di una stessa classe devono essere giudicati e classificati insieme.

Toelettatura " all'inglese ": si aggiungono alla tosatura " leonina " motivi sugli arti posteriori, ossia braccia letti e polsini. Sulla testa un top-knot. Mustacchi facoltativi. Ammessa una mancanza di demarcazione nei posteriori. Top-knot facoltativo.

Colore: barboni a pelo bouclè oppure cordato: nero, bianco, marrone, grigio e albicocca.
Marrone: deve essere franco, molto scuro, uniforme e caldo. Le sfumature non devono raggiungere il beige e neppure i suoi derivati più chiari. D' altro canto non è ammesso un colore marrone troppo vicino al nero.
Grigio: deve essere uniforme. Le sfumature non devono tendere né al nero né al bianco.
Albicocca: deve essere uniforme senza tendere al beige o al color crema, né verso il rosso di qualunque tonalità o il marrone e i suoi derivati.

TAGLIA
Altezza al garrese
Barboni di taglia grande
Da 45 a 60 cm con una tolleranza di 2 centimetri. Il Grande Barbone deve essere una versione ingrandita di quello di taglia media.
Barboni di media taglia: da 35 a 45 cm
Barbone nani: da meno di 28 a 35 cm . Il Barbone nano deve essere una versione rimpicciolita di quello di taglia media, con le stesse proporzioni e senza alcuna apparenza di nanismo.
Barboni toy: al di sotto di 28 cm (ideale 25) Le proporzioni devono essere quelle degli altri Barboni, senza alcun segno di nanismo. Può essere accettata una cresta occipitale meno pronunciata.

DIFETTI
Ogni scarto da quanto sopra deve essere considerato un difetto da penalizzare in funzione della sua gravità
Mancanza di stop o stop troppo evidente
Tartufo piccolo e insufficientemente aperto, oppure troppo grande. Tartufo di colorato o macchiettato o irregolarmente pigmentato
Canna nasale troppo sottile o appuntita, naso camuso
Prognatismo inferiore, da penalizzare secondo la sua gravità
Denti gialli a seguito della malattia di Carré non costituiscono un difetto se sono piazzati regolarmente
Denti male allineati o assenti costituiscono difetto da penalizzare secondo la sua gravità. Non costituisce penalizzazione la mancanza di 1 PM1; la mancanza di 2 PM1 non consente un punteggio superiore a eccellente; la mancanza di 3 PM1 o 2 PM1 e 1 PM2 comportano un punteggio non superiore a molto buono. L'assenza di un M1 o M2 nella mascella superiore, M2 o M3 in quella inferiore non è penalizzante
Occhi troppo grande o troppo piccoli, insufficientemente scuri o tendenti al rosso
Groppa cadente
Coda ricordato sul dorso, troppo sottile, attaccata troppo bassa
Soggetto troppo alto
Arti posteriori troppo dritti
Andatura bassa o allungata
Pigmentazione insufficiente, in particolare nelle palpebre
Mancanza di pelo attorno agli occhi
Colore indeciso o non uniforme. Tollerato qualche pelo bianco sul petto
Soggetti morfologicamente mani non possono ottenere la qualifica di eccellente. Segni evidenti di nanismo sono: cranio globoso, mancanza di protuberanza occipitale, stop pronunciato, occhio prominente, canna nasale appuntita, troppo lunga o incurvata, mandibola retratta, assenza di mento
Soggetto cattivo, aggressivo o troppo nervoso

DIFETTI ELIMINATORI
Mancanza di espressione del tipo della testa
Prognatismo superiore
Mancanza di un incisivo
Anuria
Speroni a gli arti posteriori
Soggetto non monocolore
Macchie bianche
Peli bianchi sui piedi
Altezza superiore 62 cm

Soggetti con toelettatura non conforme allo standard non potranno essere giudicati nelle esposizioni e manifestazioni ufficiali, senza tuttavia essere squalificati come riproduttori

N.B. I maschi devono avere i testicoli di aspetto normale completamente discesi nello scroto.