ASPETTO GENERALE: L' Alaskan malamute, una delle razze più antiche da tiro artico, è un cane potente, di costruzione solida, dal petto ben disceso e dal corpo forte e muscoloso. Il malamute è ben in apppiombo in stazionamento e la sua attitudine suggerisce una grande attività grazie ad una testa alta e fiera e due occhi che esprimono interesse e curiosità. La testa è larga. Le orecchie sono triangolari e dritte quando il cane presta attenzione. Il musello è massiccio e non diminuisce che leggermente nella sua larghezza dalla radice al tartufo; non è né appuntito né lungo, ma neppure troncato. Il manto è spesso, con pelo di copertura umido di lunghezza sufficiente ad assicurare protezione ad un sottopelo denso e lanoso. I Malamute sono di colori diversi. Le macchie sul muso costituiscono un tratto distintivo. Sono formati da una cuffia che copre la testa, con la faccia completamente bianca oppure marcata da una lista e/o una mascherina. La coda è ben fornita di pelo; portata al di sopra del dorso, ha la forma di un pennacchio ondeggiante. Il Malamute è dotato di una forte ossatura con parti senza difetti, buoni piedi, un petto ben disceso e spalle potenti; dispone poi di tutte le altre caratteristiche fisiche necessarie allo svolgimento dei suoi compiti. Le andature sono regolari, coordinate, facili e molto efficaci. Non è un cane da tiro di corsa, destinato a rivaleggiare in velocità eventuali competitori, ma è concepito per la forza e la resistenza; tutte le caratteristiche individuali, compreso il carattere, che sono in conflitto con questa attitudine, devono essere considerate come il più grave dei difetti.

PROPORZIONI IMPORTANTI: l'altezza del petto corrisponde approssimativamente alla metà dell'altezza al garrese; il punto più basso del petto si trova esattamente dietro l'avambraccio. La lunghezza del corpo misurato dalla punta della spalla alla punta della natica è leggermente maggiore dell'altezza al garrese.

CONFORMAZIONE: il corpo non deve accusare alcun eccesso di peso; l'ossatura è proporzionata alla taglia.

COMPORTAMENTO/CARATTERE: cane affettuoso, amichevole, e non cane di un solo padrone. Compagno fedele e devoto, socievole se invitato, ma generalmente molto dignitoso nell'età adulta.

TESTA: larga e forte, non grossolana né pesante, e deve avere dimensioni proporzionate alla taglia. Espressione è dolce e suggerisce una disposizione affettuosa .

REGIONE CRANIALE
Cranio: largo è moderatamente arrotondato fra le orecchie; si restringe gradualmente e sia appiattisce avvicinandosi agli occhi e si arrotonda verso le guance che sono tuttavia moderatamente piatte. Leggero solco fra gli occhi. La linea superiore del cranio e quella superiore del muso formano una linea pressoché dritta.
Stop: appena accennato.

REGIONE FACCIALE
Tartufo: in tutti i colori del manto, tranne che nel rosso, il colore deve essere il nero. Nei soggetti rossi è autorizzato il colore bruno. Viene sempre accettato il tartufo " di neve ".
Musello: forte e massiccio in rapporto al cranio. Si assottiglia solo un poco il larghezza e spessore alla giunzione con il tartufo.
Labbra: bene aderenti.
Mascelle/denti: mascelle grandi e con denti forti. Articolazione a forbice. Qualsiasi forma di prognatismo è un difetto.
Occhi: obliqui, di colore marrone, a forma di mandorla e di grandezza media. L'occhio scuro ha la precedenza. L'occhio blu costituisce difetto eliminatorio.
Orecchie: di taglia media, ma piccole il rapporto alle dimissioni del cranio. Di forma triangolare con l'estremità arrotondata. All'attaccatura le orecchie sono ben distanziate, e situate sul bordo esterno della parte posteriore del cranio, a livello dell'angolo esterno (superiore) dell'occhio, così che quando l'orecchio è drizzato è staccato dal cranio. Quando le orecchie sono dritte, sono portate leggermente in avanti, mentre sono spesso piegate contro il cranio quando il cane è in azione. L' attaccatura alta è un difetto

COLLO: forte e moderatamente ricurvo.

CORPO
Compatto nella sua costruzione ma, nell'insieme della linea del dorso, la regione lombare non è corta.
Dorso: dritto e disceso in leggera pendenza verso le anche.
Regione lombare: solida e molto muscolosa. Un rene lungo che indebolisce il dorso è un difetto.
Petto: bene sviluppato.

CODA: attaccatura media che segue la linea della colonna vertebrale alla radice; portato sul dorso quando il cane non in attività. Non è abbassata sul dorso, né arrotolata in uno ricciolo stretta appoggiato sul dorso nè guarnita di peli corti a spazzola come quella della volpe. La coda del Malamute è molto folta ed ha l'aspetto di un fiocco che ondeggia.

ARTI
ARTI ANTERIORI
Molto muscolosi e dotati di forte ossatura. Visti di fronte, sono dritti fino al metacarpo.
Spalla: leggermente obliqua.
Avambraccio: visto di fronte, in appiombo fino ai metacarpi.
Metacarpo: visto di profilo, è corto, solido, leggermente flesso.
ARTI POSTERIORI
Devono essere larghi. Visti da dietro, sia da fermo che in movimento, sono perfettamente in linea con gli arti anteriori. Il cane non deve essere né troppo chiuso né troppo aperto dietro. Non desiderabili gli speroni, che devono essere asportati alla nascita.
Coscia: molto muscolosa.
Grassella: moderatamente angolata.
Garretto: moderatamente angolato e ben disceso.

ANDATURE: l'andatura del Malamute è regolare, uguale e potente. Il cane è agile per il suo peso e la sua taglia. Visti di profilo, i posteriori producono una forte spinta che trasmette agli anteriori tramite una regione lombare molto muscolosa. Il movimento è regolare e molto ampio. Visti di fronte o da dietro, gli arti si muovono su una linea dritta e non sono né troppo chiusi né troppo aperti. Al trotto rapido, gli arti convergono lungo l'asse sagittale del corpo. Da rifiutare una andatura ondeggiante o qualsiasi tipo di movimento che non sia assolutamente efficace e sciolto.

MANTO
Pelo: pelo di copertura spesso ruvido, mai lungo né soffice. Il sottopelo e dei su, di spessore da 2, 5 a 5 cm, oleoso e lanoso. La lunghezza del pelo di copertura, ruvido come il sottopelo, è variabile. Il pelo è relativamente corto lungo i lati del corpo, proporzionalmente più lungo sulle spalle e sul collo, lungo il dorso e sulla groppa, così come sulla faccia posteriore delle cosce e nel pennacchio della coda. In generale è più corto e meno denso durante l'estate. Proibita qualsiasi forma di toelettatura, tranne che il pareggio del pelo sui piedi.
Colore: i colori abituali vanno dal grigio chiaro al nero, passando per tutte le sfumature intermedie, e dallo zibellino al rosso con tutte le sfumature intermedie. Ammesse combinazioni di colore nel sottopelo, la faccia (arcate sopracciliari, orecchie, labbra e naso) e nelle aree bianche e quelle pigmentate. Il solo colore uniforme ammesso e il bianco; questo colore è anche quello preponderante sulla parte inferiore del tronco, una parte degli arti, i piedi e una parte dei marchi della faccia. Una lista bianca sulla fronte e/o un collare o una pastiglia sulla nuca attirano l'occhio e sono ammessi. Da rifiutare un colore discontinuo esteso su tutto il corpo e macchiettature irregolari.

TAGLIA
Altezza al garrese
Maschi: 63,5 cm (25 pollici)
Femmine: 58,5 cm (23 pollici)

PESI
Maschi: ideale 38 kg (85 libbre)
Femmine: ideale 34 kg (75 libbre)

In ogni caso le considerazioni sulla taglia non devono prevalere sul tipo, le proporzioni, le andature e ciò che riguarda la funzione. A parità di tipo, proporzione, andature e ciò che riguarda la funzione, sarà preferito il soggetto che è il più vicino alla taglia ricercata per un lavoro pesante.

IMPORTANTE
Nel giudizio su un Malamute deve sempre prevalere sul resto la valutazione sulla funzione come cane da slitta. La severità della penalizzazione dipende da quanto il soggetto si allontana dal tipo ideale e da quanto un particolare difetto può penalizzare l'attitudine al lavoro. Gli arti del Malamute devono denotare una forza poco comune e una formidabile capacità di propulsione. Tutti i segni di imperfezione degli arti o dei piedi, in stazionamento o in movimento, devono essere considerati difetti gravi. I difetti più importanti sono: piede piatto, garretti vaccini, metacarpi difettosi, spalla dritta, difetti nelle angolazioni, l'andatura ondeggiante (o qualsiasi andatura non coordinata, energica e regolare), la mancanza di sostanza, il petto insufficientemente disceso, il corpo troppo compatto o leggero di ossatura, e proporzioni generali mediocri.

DIFETTI
Ogni scarto da quanto sopra deve essere considerato un difetto da penalizzare in funzione della sua gravità

DIFETTI ELIMINATORI
Occhi blu

N.B. I maschi devono avere i testicoli di aspetto normale completamente discesi nello scroto.